Il fascino delle figurazioni immerse in atmosfere lunari,
è la peculiarità della sintesi pittorica di Patrizia Ottaviani
che configura la sua produzione nella narrazione dell’universo femminile.
In particolare nelle forme essenzializzate in cui il segno scarno ed espressivo
rivela la profonda emotività dell’artista in cui và ricercato il senso
di un figurativo informale che definisce ampiamente le sue opere.
Nasce così una lunga teoria di figurazioni caratterizzate da suggestioni crepuscolari,
in cui corpi sinuosi di donne appaiono immerse in notturni chopiniani,
armoniosamente collocate in spazialità suggestive,
ad espressione di una spiritualità fortemente dialogante.